iscriviti alla newsletter

english mff2006.gif partners 2006 borsa democratica del cinema ri-distribuzione
catalogo/ 2006/ lunghi


* To view contents correctly please download the latest Flash Player

Cristian Nemescu, Bucharest (Romania), 31/03/1979 Marilena de la P7 (Marilena from P7) Romania 2006 35mm 45min

Produzione - Production: n-Film/ Hi Film/ Mediapro
Sceneggiatura - Screenplay: Tudor Voican, Cristian Nemescu
Produttore - Producer: Ada Solomon
Montaggio - Editing: Catalin Cristutiu
Fotografia - Cinematography: Liviu Marghidan
Musica - Music: Andrei Toncu
Interpreti - Actors: Gabriel Huian, Madalina Ghitescu

Il tredicenne Andrei vive alla periferia di Bucarest: un giorno decide di rubare un autobus per far colpo su Marilena, una prostituta di cui si è innamorato. Cosa non si fa per amore… “Marilena de la P7 si immerge nell’universo delle emozioni dei teenager che tutti ben ricordiamo. È uno studio delle ragioni – a volte insignificanti, a volte importanti – che portano al passaggio dall’infanzia all’adolescenza. La storia è ambientata nell’“esotica” periferia di Bucarest, e lo scenario è popolato da personaggi piuttosto audaci. Oltre a una storia, il film è anche un viaggio attraverso i sobborghi di Bucarest all’inizio del XXI secolo, senza modifiche alle location o alle scenografie, del tutto naturali. La ripresa con camera a mano mi ha permesso di cogliere tutti i dettaglil e gli elementi realistici dello sfondo, così da rafforzare l’atmosfera da "documentario".

Andrei, a 13-year-old teenager living at the outskirts of Bucharest, decides one day to steal a bus in order to impress Marilena, a prostitute he fell in love with. Things you do for love… “Marilena from P7 plunges into the universe of teenage emotions that we all remember. It is a study on the – sometimes small, sometimes big – reasons that make us turn from children into teenagers. The story takes place in the “exotic” outskirts of Bucharest, and the background is peopled with many authentically racy characters. Besides telling the story, the film also makes a cross-section of the life in the suburbs of Bucharest at the beginning of the 21st century, with no intervention whatsoever on most of the locations and extras. The hand held camera shooting style offers the opportunity to capture details and genuine background elements that enforce the “documentary” atmosphere of the movie”. separe.gif

separe_sm.gif