5-15 SEPTEMBER 2013

Habi, la extranjera

María Florencia Alvarez / ARG / BRA/ 2013 / HD / 92

DETTAGLI

  • Regista María Florencia Alvarez
  • Titolo originale Habi, la extranjera
  • Titolo internazionale Habi, the Foreigner
  • Paese ARG/BRA
  • Anno di produzione 2013
  • Formato HD
  • Produzione Lita Stantic Producciones, Kramer & Sigman Films
  • Produttore Lita Stantic, Hugo Sigman, Walter Salles
  • Distribuzione MPM Film
  • Sceneggiatura María Florencia Alvarez
  • Interpreti Martina Juncadella, Martín Slipak, Lucía Alfonsín, María Luisa Mendonça, Diego Velazquez
  • Musiche Santiago Pedroncini
  • Montaggio Eliane D. Katz
  • Fotografia Julián Apezteguía
  • Sound editor Catriel Vildosola, Roberto Leite

PASSAGGI

  • 06-09-2013 15:00 / Spazio Oberdan
  • 12-09-2013 20:30 / Teatro Strehler
  • 14-09-2013 15:00 / Teatro Strehler

CONDIVIDI

Facebookshare twitter

SINOSSI

Analia ha finito la scuola. Davanti a lei c'è l'estate, l'ultima prima di cominciare una nuova fase della vita, il lavoro a fianco di sua madre nel salone di parrucchiera. Analia guarda avanti con lo sguardo di una giovane curiosa della vita. La scusa per partire è una consegna per conto della madre: un autobus la accompagna a Buenos Aires e lì comincia la sua avventura. Con passo solo inizialmente incerto, Analia entra nella comunità araba, con l’aperta voglia e l'ostinata determinazione ad avvicinarsi a cose e persone che appartengono a un altro mondo. Ne riceve in cambio una tunica, una ricetta in farsi e una mappa – che non solo simbolicamente la farà entrare in quel mondo - ma anche un nome, Habi, che la trascinerà in un'altra storia, dalla quale deciderà lei se uscire. L'opera prima di Maria Florencia Alvarez (Premio Aprile al Milano Film Festival 2003 con Sobre la tierra) rivela il talento di una regista e il coraggio di un racconto capace di superare ogni pregiudizio. Pregiudizio di sguardo, di interpretazione, di esperienza. Alvarez è infatti capace di farci guardare la storia di Analia/Habi esattamente con lo sguardo della protagonista, che è quello di chi attraversa un passaggio fondamentale, dall'adolescenza all'età adulta, accettando di sperimentare una maniera di vivere altra da sé e diventare una nuova persona.

Alice Arecco

REGISTA

María Florencia Alvarez è nata nel 1977 a Buenos Aires, dove attualmente vive. Ha esordito con il cortometraggio Upon the Earth che, presentato a Rotterdam nel 2003, ha vinto diversi premi internazionali. Il secondo cortometraggio, Black Dog, ha vinto una menzione speciale al BAFICI ed è stato selezionato in numerosi festival, così come il successivo Girl. Habi, the Foreigner è il suo primo lungometraggio.

FILMOGRAFIA REGISTA

  • Habi, La Extranjera (Habi, the Foreigner) 2013
  • Nena (Girl, short) 2010
  • Perro Negro (Black Dog, short) 2005
  • Sobre La Tierra (Upon the Earth, short) 2003

NOTE DI REGIA

Dove risiede la nostra identità? Fino a che punto il contesto in cui siamo nati e cresciuti descrive chi siamo? Perché l’anonimato e l’immersione in un mondo sconosciuto hanno sempre risvegliato in me un senso di libertà? La possibilità di essere qualcun altro, di riscoprire me stessa libera dalle aspettative degli altri – e anche dalle mie. Come se l’assenza di quegli sguardi puntati su di me mi offrisse la possibilità di mostrarmi in un modo più sincero. Queste domande mi hanno accompagnata a lungo, e ho voluto esplorare le loro radici con Habi, la extranjera (Habi, the Foreigner). Il velo islamico che copre la protagonista Analía le offre una parentesi di anonimato, la possibilità di esplorare se stessa senza un contesto esterno che definisca chi è.

María Florencia Alvarez