Workshop sul cinema sperimentale
MILANO FILM NETWORK presenta
UNA STORIA DEL CINEMA
visioni e incontri sul cinema sperimentale
a cura di Rinaldo Censi
con interventi di Sandra Lischi e Marco Maria Gazzano
3-31 ottobre 2013
Fabbrica del vapore, via Procaccini 4 Milano

Il titolo scelto per questo laboratorio ha un significato ben preciso: così si intitola la retrospettiva (e poi il catalogo) che Peter Kubelka cura per il Centre Pompidou, nel 1976, all'epoca della sua apertura, sotto lo sguardo attento di Pontus Hulten.
L'elenco dei cineasti presente farebbe rabbrividire qualunque studioso del cinema. Niente Rossellini, niente Godard, niente Hitchcock, niente Welles.
Compaiono invece in sequenza un serie di nomi e di artisti come Fernand Léger, Marcel Duchamp, Man Ray, Ralph Steiner, Maya Deren, Stan Brakhage, Gregory Markopoulos, Andy Warhol, Paul Sharits, Robert Breer, Michael Snow.
La retrospettiva e il catalogo comprendono insomma quei filmmaker spesso rinchiusi in quel ghetto che porta il nome di “cinema sperimentale”, a cui solitamente le storie del cinema dedicano sporadiche pagine.
Per Kubelka invece non vi è nulla di “sperimentale” in tutto questo. Quei nomi definiscono la vera e unica storia del cinema. Cercheremo di capire perché.

Giovedì 3 ottobre
h. 18/22.30
1. Le avanguardie storiche: Europa – Fernand Léger, Marcel Duchamp, Man Ray, Lazlo Moholy-Nagy, e altri.

Giovedì 10 ottobre
h. 18/22.30
2. Le avanguardie storiche: America – Ralph Steiner, Joseph Cornell, Charles Sheeler, Herman G. Weinberg, Maya Deren.

Giovedì 17 ottobre
h. 18/22.30
3. Andy Warhol: una fisica delle superfici.

Giovedì 24 ottobre
h. 18/22.30
4. Alcune note sul cinema strutturale (Paul Sharits, Michael Snow, Peter Kubelka, Ernie Gehr)

Giovedì 31 ottobre
h. 17/19
Dal cinema sperimentale alla videoarte. A cura di Sandra Lischi
h. 21.30/23 (Spazio Oberdan, via Vittorio Veneto 2)
I pionieri della videoarte e il caso Nam June Paik. A cura di Marco Maria Gazzano

In collaborazione con Invideo, Filmmaker e Comune di Milano – settore Cultura

Gli incontri, dove non diversamente indicato, si tengono a Milano presso la Fabbrica del vapore.
Il workshop è a numero chiuso e riservato a un massimo di 30 partecipanti.
La quota di iscrizione è di 50 euro.
Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro il 29 settembre 2013 compilando l'entry form.

Rinaldo Censi collabora con la Nuova Accademia di Belle Arti Milano (NABA).
Scrive per il quotidiano Il Manifesto e per diverse riviste specializzate (Cineforum, Filmcritica, www.doppiozero.com)
Ha partecipato a diversi volumi collettivi e ha scritto due libri: Formule di pathos. Genealogia della diva nel cinema muto italiano (Cattedrale, Ancona, 2008), e Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi (Doppiozero, 2013 – ebook).
Collabora con la Fondazione Cineteca di Bologna per cui ha curato il DVD delle Histoire(s) du cinéma di Jean-Luc Godard.
Come “Film programmer” ha curato diverse rassegne cinematografiche. Ha tradotto alcuni libri.

Milano Film Network è un nuovo progetto che, grazie al contributo di Fondazione Cariplo, mette in rete sette festival milanesi per offrire lungo tutto l'anno una proposta culturale e alcuni servizi per chi si occupa di cinema. Ne fanno parte il Festival del Cinema Africano d'Asia e America Latina, Festival MIX Milano, Filmmaker, Invideo, Milano Film Festival, Sguardi Altrove Film Festival, Sport Movies & Tv Fest.

Info e iscrizioni
Ottavia Fragnito
workshop@milanofilmnetwork.it
tel: 023313411

www.fabbricadelvapore.org
© Milano Film Festival - Milano Film Festival è un marchio registrato di proprietà di Associazione Culturale Aprile - P.iva 03970560961 CF: 97199250156